Navigazione veloce

Disturbi specifici dell’apprendimento

I Disturbi Specifici dell’Apprendimento (DSA) interessano alcune specifiche abilità richieste agli alunni e alle alunne nell’apprendimento scolastico e si manifestano, nella maggior parte dei casi, nella difficoltà di lettura (dislessia), ma anche di scrittura (disortografia) e di calcolo (discalculia).

I disturbi specifici di apprendimento si verificano in soggetti che hanno un’intelligenza almeno nella norma, con caratteristiche fisiche e mentali nella norma e la capacità di imparare.

Normalmente la diagnosi  del disturbo viene effettuata solo nella scuola primaria, quando le eventuali difficoltà cominciano ad interferire con le attività della vita scolastica in cui vengono richieste capacità di lettura, di scrittura e di calcolo.

La nostra scuola si occupa in modo particolare con questi alunni/e, accompagnandoli dal momento della diagnosi fino al diploma di licenza media. Il nostro obiettivo, come recita la legge 170/2010, è quello di prestare un’attenzione particolare ai diversi stili di apprendimento dei discenti per il raggiungimento del successo formativo, adottando una metodologia e una strategia educativa mirate.

Il nostro intervento nei loro confronti si sviluppa a vari livelli:

Il Dirigente Scolastico garantisce il raccordo tra tutte le realtà territoriali e i soggetti che operano nella scuola,  affinché ogni condivise con Organi collegiali e famiglie, promuovendo progetti mirati e rimuovendo ostacoli, nonché assicurando l’intensificazione dei rapporti tra i docenti e le famiglie di alunni/e con DSA.

Il Referente di Istituto ha la funzione di sensibilizzazione e approfondimento delle tematiche, nonché di supporto ai colleghi direttamente coinvolti nell’applicazione didattica delle proposte. Fornisce inoltre informazioni circa la normativa vigente, offre indicazioni di base su strumenti compensativi e misure dispensative al fine di realizzare un intervento didattico il più possibile adeguato e personalizzato. Funge da mediatore tra colleghi, famiglie, operatori dei servizi sanitari, enti locali ed agenzie formative presenti nel territorio.
Nel nostro Istituto la funzione è suddivisa tra Scuola Secondaria di Primo Grado (Cinzia Principi) e Scuola Primaria (Annalisa Barbieri).

I Docenti curano con attenzione l’acquisizione delle prime abilità relative alla scrittura, alla lettura e al calcolo, ponendo attenzione ai segnali di rischio in un’ottica di prevenzione ed ai fini di una segnalazione. Mettono in atto strategie di recupero e, se necessario, informano le famiglie della persistenza delle difficoltà nonostante gli interventi mirati. Prendono successivamente visione della documentazione rilasciata dagli organi competenti e procedono, insieme ai colleghi di classi, all’elaborazione di un progetto didattico personalizzato, adottando misure dispensative e studiando modalità di valutazione adeguate.

Strumenti compensativi di tipo informatico sono messi a disposizione dalla scuola agli alunni che ne facciano richiesta durante le ore di lezione. Attualmente la  scuola dispone di tre computer portatili, dotati di software specifico.

La Direzione Regionale dell’Emilia Romagna, con la Delibera della Giunta del 27 dicembre 2011 n. 2157, ha attivato un progetto che prevede la concessione in comodato d’uso di strumenti informatici compensativi. I genitori interessati possono rivolgersi alla Referente di Istituto per conoscere le modalità per accedere al progetto e per ogni altra richiesta e/o chiarimento.

 

Riferimenti normativi

Legge 59/99

Legge 170/2010

DM 5669 del 12 luglio 2011

 

Delibera della Giunta della Regione Emilia-Romagna 27 dicembre 2011 n. 2157.